Tecniche Previsionali:

I Transiti

Per aspetto di transito si intende una configurazione che si viene a formare in un certo momento tra un pianeta in transito nello Zodiaco e uno o più pianeti del quadro astrale di nascita (detti anche pianeti radix). In altre parole, una certa distanza angolare formata tra la posizione del pianeta in transito e la posizione di uno o più pianeti del quadro di nascita (o quadro radix). Il pianeta in transito andrà anche ad attivare, cioè a stimolare le case e quindi i settori della vita dove si viene a trovare lui stesso in un dato momento e dove si trovano i pianeti radix con i quali va a formare un aspetto significativo.

La grande differenza di velocità tra un pianeta e l'altro in transito intorno allo zodiaco fa sì che i pianeti lenti Urano, Nettuno e Plutone formino delle configurazioni sui pianeti radix che si protraggono per mesi o anni, e che quindi incidono in modo estremamente significativo segnalando i grandi eventi e le grandi trasformazioni che accadono nella vita delle persone.

I pianeti semi-lenti Giove e Saturno possono transitare rapidamente o lentamente a seconda dei periodi, e pertanto incidono in modo più consistente quando il loro moto è più lento e soprattutto quando formano degli anelli di sosta della durata di alcuni mesi in aspetto a importanti posizioni planetarie radix.

I pianeti veloci Sole, Luna, Mercurio, Venere e Marte transitano invece rapidamente intorno allo zodiaco e il loro effetto è quindi effimero e si limita a pochi giorni (poche ore nel caso della Luna), coincidendo più che altro con eventi di limitata importanza. Tuttavia, nei periodi prossimi all'inversione di moto, anche Mercurio ma soprattutto Venere e Marte possono formare anelli di sosta significativi in grado quindi di segnalare eventi di un certo rilievo. Non va dimenticato infine che certi fatti eclatanti sono sì indicati dai transiti dei pianeti lenti, ma si manifestano al massimo della loro forza quando entrano in gioco contemporaneamente anche transiti di pianeti veloci.

Il tipo di evento, di cambiamento o di trasformazione che si può verificare in occasione di un transito ha ovviamente un significato legato alle caratteristiche del pianeta transitante, del pianeta o della configurazione radix che viene interessata, del tipo di aspetto che si viene a formare e delle case che vengono attivate. Naturalmente, i periodi in cui è più probabile che si verifichi un fatto importante sono quelli in cui più transiti significativi si concentrano nello stesso momento. Per l'interpretazione del transito si può fare riferimento al significato dell'interazione tra i pianeti che si utilizza normalmente nell'interpretazione del quadro radix, tenendo presente che, in linea di massima, un pianeta ben disposto nel quadro di nascita tende a manifestarsi in senso positivo anche nei transiti e viceversa.

E' importante sapere che l'esperienza ha dimostrato come, per quanto riguarda i transiti, gli aspetti di congiunzione, opposizione e quadratura su pianeti radix abbiano degli effetti di gran lunga più potenti ed eclatanti rispetto a quelli di sestile e trigono, che a volte sembrano persino del tutto inefficaci. Una certa forza manifestano inoltre anche gli aspetti di quinconce, semiquadratura e sesquiquadratura, ma solo se si tratta di transiti di pianeti lenti. L'orbita di aspetto da considerare è più ristretta rispetto a quella che si utilizza nell'interpretazione del quadro radix, e non deve superare i 5° per i pianeti veloci e semi-lenti e i 3° per i pianeti lenti. E' necessario inoltre fare molta attenzione anche ai midpoint tra pianeti vicini sia di transito che radix, che costituiscono dei centri di forza e dei punti sensibili non meno importanti dei pianeti stessi.

Come sempre, anche in questo caso può avere un'importanza decisiva il livello evolutivo della persona. Lo stesso tipo di transito potrà infatti manifestarsi in modo del tutto diverso a seconda del grado di maturità e consapevolezza della persona interessata. La tecnica dei Transiti si è dimostrata estremamente efficace ed è attualmente considerata praticamente all'unanimità come la più sicura e affidabile delle tecniche previsionali.


Testo di Gabriele Bertani – tutti i diritti riservati


La Tela del Ragno

Homepage