5 giugno 2009


LA GRATITUDINE

SOLSTIZIO D’ESTATE

La gratitudine è una moltitudine di nuvole leggere che vagano con una precisa meta.

Fili d’argento impalpabili che arrivano dritti all’oro profondo del Cuore. E lo legano in una sorta di tenero abbraccio senza soffocarlo.

Così lo Spirito Femminile di ogni Donna della Terra dovrebbe arrivare al cuore dell’Uomo. Una strada da percorrere con una meta da raggiungere: insinuatevi nel profondo dello Spirito Maschile con la leggerezza di una nuvola e lì rimanete avvolgendolo con l’amore che solo una donna può dare a un cuore di uomo, lasciando che palpiti in piena libertà.

Solo così lo Spirito Maschile che teme i legami e le frontiere, vi vedrà nella giusta luce, potrà aprirsi a voi con fiducia ed arrendevolezza, vi accoglierà gioioso e potrete seguire il ritmo della vita all’unisono, come non era mai accaduto dall’inizio di tempi.

Fate voi il primo passo: raccogliete i rancori, le paure, le ferite, memorie ataviche di schiavitù e prepotenze. Inganni, tradimenti, vendette, promesse mai mantenute, raccogliete tutto e fatene un falò con fiamme alte ed armoniose che danzano protendendosi verso il cielo.

Donate all’Universo, a Dio Padre-Madre tutte le sofferenze, i dolori che gli uomini vi hanno inferto, a volte con cattiveria, spesso per poca consapevolezza.

Sete voi le madri, le figlie, il fulcro della Terra, la Vita, la Rinascita per il Tempo Nuovo.

E quando dai falò sarà rimasta solo cenere, raccoglietela, ponetela in un globo di cristallo che si aprirà e chiuderà per incanto. Lasciate che il Cristallo l’assorba e la trasformi in cenere feconda.

Ora il Cristallo si riapre e vi restituisce delle scintille ci luce bianca. Sono meravigliose: piccole, magiche farfalle che volano con delicatezza attorno a voi e vi sussurrano: noi siamo la Gratitudine…noi siamo la Gratitudine…

Perché è bello trovare nell’altro non più l’opposto ma il complemento perfetto. Siate grate, fanciulle di tutte le età, dello Spirito Maschile che è stato creato per completarvi. Solo comprendendone l’importanza, perdonerete, dimenticherete, e gli darete così la possibilità di rinascere trasformato, come la fenice risorge dalle proprie ceneri. Ma questa volta senza distruzione e conflitti.

Avverrà finalmente il miracolo della nascita di una Donna e un Uomo Nuovi!

Prendetevi per mano, Figli: camminerete insieme, non avrete più bisogno di parlare: gli occhi e il cuore dialogheranno tra loro.

Questa è la Realtà semplice e miracolosa del Mondo Nuovo che vi aspetta.